Blog Details

Un rischio si corre, si prende o si gestisce? Scopri il nostro tool!

Un'impresa è un’operazione ad alto rischio. Immergersi in un nuovo progetto, nella creazione della propria startup si traduce con il dover pianificare e gestire tutti quei rischi necessari per assicurarsi che l’azienda, il nostro progetto, la nostra strategia possano sopravvivere anche se le cose non vanno esattamente come abbiamo previsto. È qui che entra in gioco un semplice tool come la matrice di rischio.

La prima osservazione da analizzare è rappresentata dal considerare la forte relazione che lega il rischio al rendimento. Infatti è impossibile ottenere guadagni commerciali, successi, feedback positivi senza necessariamente assumersi almeno qualche rischio. Per questo motivo, lo scopo della gestione del rischio non è quello di eliminare il rischio, ma di ottimizzare il rapporto rischio-rendimento entro i limiti della tolleranza del nostro progetto.

 

Vediamo come gestire al meglio questo processo con uno strumento semplice che potete scaricare a questo link: la matrice del rischio.

 

Una matrice di rischio è uno strumento che ci aiuta nel processo di valutazione del rischio e nel decidere al meglio le azioni da intraprendere.

 

Matrice del Rischio

                                  Scarica qui il nostro canvas.

 

 

Scopriamo come utilizzarlo al meglio:

 

Uno dei metodi più conosciuti per la Valutazione di un Rischio è quantificare il rischio in base alla probabilità che accada e l’impatto che avrebbe sul nostro progetto. In poche parole potremmo definirlo come:

Rischio = Probabilità x Danno.

 

1.Osserviamo la nostra matrice. Prendiamo in esame la nostra strategia o in generale il nostro progetto. Possiamo aiutandoci con dei post-it, elencare di tutti i rischi operativi, finanziari e governativi individuati.

 

  1. Dividiamo ogni rischio in base alla probabilità che ognuno possa verificarsi, defininendolo come: 

 

Probabile - Se abbiamo la percezione che molto probabilmente si verificherà quell’evento

Possibile - Se abbiamo il sentore che ci sia qualche possibilità che accada

Improbabile -  se le possibilità  sono davvero piccole

 

  1. Quindi, cerchiamo di determinare l’impatto che potrebbe avere nel nostro progetto o nella nostra azienda se dovesse accadere. Possiamo quantificare questo impatto in quattro categorie:

 

0 - Accettabile - se produrrà nessun effetto o un effetto di poca importanza

1 - Tollerabile - quando gli effetti si fanno sentire ma non incidono seriamente sulla nostra attività

2 - Inaccettabile: se potrebbe causare gravi problemi 

3 - Intollerabile: le attività potrebbero risultare seriamente compromesse



  1. In base alla probabilità e all'impatto di ciascun rischio, passiamo quindi a collocare ciascun post-it all’interno della nostra matrice.



Con una rappresentazione visiva ben definita davanti ai nostri occhi, possiamo analizzare con più facilità, insieme al nostro team, le decisioni, le azioni e le strategie da intraprendere,  e prevenire in tempo eventuali criticità.



Registrati, è gratis!

Registrati gratis alla piattaforma e ricevi la newsletter settimanale con il Meteo innovazione e le ultime novità dal blog, le playlist, gli articoli, i tool.

Articoli correlati

Image
Icons

Innovare con i giusti modelli mentali

Ognuno di noi ha un modo tutto suo con cui organizza, percepisce e comunica la propria realtà. In sintesi, abbiamo il nostro mental framing. Il framing ...

Leggi tutto
Image
Icons

Come i bias influenzano la nostra capacità di innovare

Ognuno di noi è incline a portare la propria visione del mondo in tutto ciò che fa, specialmente quando siamo chiamati ad innovare, prendere decis ...

Leggi tutto
Image
Icons

Raggiungere gli obiettivi? Con le parole saremo tutti bravi...

In questi giorni ci è capitato tra le mani un libro (di qualche anno fa, ma sempre attuale) “The Achievement Habit” del professor Bernar ...

Leggi tutto