Blog Details

Lost in traslation. L’Ai e le sfide alla distribuzione di contenuti in più lingue.

L'intelligenza artificiale (IA) ha aperto la strada a una rivoluzione silenziosa ma potente nel mondo dei contenuti multimediali. Tra le numerose innovazioni, non solo la possibilità di generare contenuti in pochi secondi, ma anche la possibilità offerta ai vari creator di tradurre in tutte le lingue ed in tempo reale contenuti audio e video.

Grazie a strumenti all'avanguardia come HeyGen, Synthesia… è possibile tradurre in tempo reale un video o un contenuto audio in più lingue, non solo aggiungendo sottotitoli, ma addirittura modificando la voce e, per i video, il movimento del labiale in maniera sorprendentemente accurata.

All’orizzonte dunque un mondo di possibilità. Laddove prima la lingua rappresentava una barriera importante per la distribuzione di contenuti su scala globale, l’Ai consentirà a breve il superamento delle barriere geografiche per raggiungere un pubblico internazionale. 

Per creator ed aziende sprovincializzare contenuti e format italiani è essenziale per competere efficacemente con i contesti europei ed internazionali. Una maggiore visibilità, più followers o clienti e, potenzialmente, una maggiore monetizzazione, aprire la porta a collaborazioni internazionali, l'opportunità di espandersi su scala globale, raggiungendo e coinvolgendo un pubblico molto più vasto.

La sfida è però appena all’inizio.

Ci sono diversi rischi legati alla mera traduzione e la relativa distribuzione di contenuti che in origine sono pensati per una community situata in una specifica area geografica:


Perdita di contesto culturale: si corre il rischio di perdere significati o sfumature culturali che possono rendere il contenuto incomprensibile o inappropriato per il nuovo pubblico di destinazione.

Errori di traduzione: errori di traduzione o fraintendimenti, spesso legati all'ambiguità del messaggio, al tono satirico, o all’uso di espressioni e modi di dire tipici di una lingua o di un contesto.

Offesa culturale: alcuni contenuti possono contenere elementi culturali sensibili o inappropriati che potrebbero offendere il pubblico di destinazione se non sono adeguatamente adattati alla cultura di quella lingua.

Ricordiamoci che la lingua non è il solo ostacolo ad un contenuto. Tradurre il contenuto non significa solo tradurre le parole. E’ nella fase di ideazione e progettazione che occorre un cambio di paradigma.

Lingua e pensiero sono tra loro interconnessi. Nel descrivere un concetto, ad esempio, è nota la differenza tra lingue germaniche più orientate a chiarire ed esporre le cose, rispetto a quelle romanze utili nell’ esplorare idee, significati diversi, sentimenti. Le lingue germaniche sono predisposte all’azione, quelle romanze, invece, meglio si adattano alle cose imprevedibili, o come le definiscono molti: “lingue che ispirano la magia”.

Se per esempio avessimo l’opportunità di leggere il New York Times in Italiano ci sono buone possibilità che alcune analisi di politica estera (un esempio su tutti) possano godere di un respiro culturale più importante rispetto alla stampa nostrana, perché per anni le rediazioni d'oltreoceano sono abituate a “pensare contenuti per un pubblico internazionale”, superando i gusti, interessi e modelli culturali di una singola comunità linguistica.

L’opportunità è ghiotta, ma se vogliamo realizzare un contenuto innovativo per un vasto pubblico, abbiamo già dato “voce”, direbbe Carmelo Bene, ai bisogni, desideri informativi ed ai reali significati che le persone potranno attribuirgli?

Registrati, è gratis!

Registrati gratis alla piattaforma e ricevi la newsletter settimanale con il Meteo innovazione e le ultime novità dal blog, le playlist, gli articoli, i tool.

Articoli correlati

Image
Icons

Diventare uno strategic thinker

Nel contesto odierno, caratterizzato da rapidi cambiamenti e incertezze globali, il pensiero strategico rappresenta un'abilità fondamentale per cogl ...

Leggi tutto
Image
Icons

Il problema della segretaria: Ai ed Intelligenza umana a confronto per decidere quando smettere di cercare

Ci siamo mai chiesti prima di prendere una decisione importante quando abbiamo abbastanza informazioni? Il dilemma qui non è quale opzione scegliere, ma ...

Leggi tutto
Image
Icons

L'arte della negoziazione e il decision-making orizzontale

  Saper negoziare è una competenza fondamentale. Ancor di più oggi, dove il "processo decisionale" nei progetti, nelle relazioni all’i ...

Leggi tutto