parallax background

Utilizza Facebook ADS al massimo per i tuoi test

Pubblicato il 20 Giugno 2019
Opportunità
 

Migliorare le prestazioni dei nostri annunci su Facebook è fondamentale per i test della nostra fase di sperimentazione e per analizzare la nostra traction. Migliorare il rendimento dei nostri annunci Facebook significa CTR, conversioni e reach più elevati, mantenendo alto il nostro ROI.

 

Ecco allora 6 step per migliorare le prestazioni di Facebook per un pubblico non particolarmente esperto:

 

Passaggio 1: assicurati di utilizzare gli annunci Facebook giusti per il tuo prodotto/servizio

Stai usando gli annunci Facebook giusti? Uno dei più importanti problemi di prestazioni da affrontare può essere attribuito alla tipologia sbagliata di pubblicità. Ci sono 9 tipi di annunci di Facebook che dovremmo sperimentare. Questi sono:

Facebook annunci dinamici
Annunci carosello
Annunci di raccolte Facebook
Annunci video
Offrire annunci
Annunci di dominio
Annunci Messenger
Instant Experience Ads
Lead Ads


Passaggio 2: assicurati  di indirizzare i dati demografici dei destinatari giusti


Una volta testati gli annunci giusti, è il momento di verificare il tuo targeting. I dati demografici del pubblico di Facebook possono svolgere un ruolo importante nel miglioramento delle prestazioni degli annunci di Facebook. Se stai targetizzando pantaloni da yoga da donna per gli uomini, i tuoi CTR saranno decisamente sballati.

L'idea è quella di indirizzare segmenti più piccoli per garantire che i tuoi annunci siano altamente pertinenti, mirati e godano di un migliore rendimento degli annunci. Ciò include il targeting basato su dati demografici quali posizioni specifiche, età, sesso, comportamenti e posizionamento.

 

Passaggio 3. Migliora i CTR con le esclusioni

Un altra componente chiave (ma spesso trascurata) di targeting per migliorare le prestazioni di Facebook sono le esclusioni del pubblico. Queste, ci consentono di impostare i parametri di segmenti di pubblico che non desideriamo raggiungere con le nostre campagne.

Ad esempio, possiamo migliorare i CTR delle nostre campagne di sensibilizzazione impostando una regola per escludere le persone che sono già state in contatto con il nostro marchio.

Suggerimento Pro: hai escluso conversioni precedenti? Migliora le prestazioni assicurando che non stia puntando ai precedenti acquirenti, che possono falsificare i CTR. Piuttosto, spostali nella canalizzazione per campagne di remarketing indirizzate ad acquirenti precedenti per escludere anche quelli che hanno effettuato la conversione dall'annuncio.

 

Passaggio 4: cercare i modi per incorporare annunci video in campagne


Se non stai investendo in contenuti video per le campagne di Facebook, allora sì - stiamo perdendo un'importante opportunità. Integrare annunci video nella nostra stratefgia di marketing su Facebook può avere effetti dirompenti sulle performance. In un caso di studio raccontato da Hubspot, hanno riportanto di come il video abbia generato il 20% in più di clic rispetto all'immagine utilizzata per lo stesso annuncio e targeting. In un altro studio,  un'inserzionista è stato in grado di raggiungere 13 milioni di visualizzazioni su Facebook con un semplice video per smartphone.

A causa di molti equivoci su spese e ROI, i contenuti video sono spesso l'ultimo tipo di annuncio utilizzato dai marketer. Ma se vuoi migliorare il tuo marketing su Facebook, è il momento di fare un salto di qualità.

 

Passaggio 5: i tuoi CTA e le offerte sono interessanti?

Il tuo invito all'azione corrisponde all'obiettivo dell'annuncio? Ogni annuncio ha bisogno di un obiettivo solido, un CTA e un testo efficace per canalizzarlo. Supponiamo che il tuo obiettivo dell'annuncio sia rappresentato dalle vendite, ma che il tuo annuncio sia progettato (immagini e inviti all'azione) per la brand awareness; i tuoi ROI ne soffriranno. Ecco alcuni suggerimenti CTA per iniziare:

 Evidenzia i benefici, non solo il prodotto
Rimani al punto
Includi una parola che inviti all' azione
Usa parole negative
 

Passaggio 6: eseguire un controllo degli elementi dell'annuncio

Non sono solo i tuoi obiettivi e CTA che vuoi testare! Per aumentare le prestazioni di Facebook, devi testare ogni elemento di un annuncio per trovare la migliore conversione. Ciò include variazioni sul corpo del testo, immagini / video, titoli, testo del link, pulsanti, targeting, CTA e altro.

Ecco un elenco di elementi da controllare per iniziare a creare annunci con rendimento migliore:

Verifica e perfeziona il tuo targeting
Prova vari video e immagini
Prova le varianti di copia dell'annuncio e CTA

 

Una volta che hai fatto questo, sei pronto per i suggerimenti, gli hack e le strategie di performance di Facebook più esperti. 

Eccole:


Suggerimenti sulle prestazioni di Facebook per esperti di marketing

 

Testare la strategia di copia "Snap, Benefit, Action"

Prima di entrare nel lato tecnico, guardiamo i testi. La strategia di copy "snap, benefit, action" o SBA in breve, è una strategia di copy in tre fasi per aiutarti a migliorare i CTR e indirizzare il traffico più mirato al tuo sito. Scopriamola insieme.

Snap: si riferisce alla prima riga di testo nel tuo annuncio, il cui scopo è quello di attirare l'attenzione rapidamente. Un esempio di copy "snap" su un nuovo annuncio promozionale potrebbe essere: " Ottieni il 10% di sconto sul primo acquisto [prodotto] quando usi il codice promozionale F1234. ”

Vantaggio: questo si riferisce alla prossima riga di testo, dove evidenzi il beneficio che il potenziale acquirente guadagnerà cliccando sul tuo annuncio o acquistando il tuo prodotto. Il testo di beneficio può essere ad esempio:  "Diventa nostro partner, 1 milione di opportunità ti aspettano." 

Azione: infine, "azione" è il vero CTA. Cosa dovrebbe fare la persona che vede il tuo annuncio e perché dovrebbe farlo? " Fai clic su" Acquista ora "per ulteriori risparmi! ”

 

 

2. Utilizzare Testimonial e promemoria per aumentare l'urgenza e la fiducia

Un altro modo per aumentare le prestazioni complessive dei copy della tua campagna Facebook è quello di sfruttare il potere del remarketing di Facebook e del marketing del passaparola per migliorare le perfomance. Ci sono due modi molto efficaci per farlo:

Annuncio pubblicitario Word of the Mouth : acquisire testimonianze da acquirenti soddisfatti e incorporare commenti nel testo pubblicitario può avere grandi risultati su persone che sono già nella seconda fase del processo di acquisto: conoscono il tuo negozio, i tuoi prodotti e hanno visitato il tuo negozio. Questo è estremamente efficace in quanto dà ulteriore fiducia al tuo marchio che, come sappiamo tutti,  è la chiave per ottenere nuovi acquirenti da convertire.

Urgency Reminder Copy: un modo semplice per creare urgenza, quando facciamo remarketing su un traffico che non ha ancora effettuato acquisti, è con gli annunci di promemoria. Possiamo farlo informando i nostri utenti che la promozione (che già conoscono) sta per scadere, o che un prodotto ( per il quale hanno mostrato interesse) sta per esaurirsi. 



3. Porta il remarketing a un livello completamente nuovo con una strategia in 3 fasi


Stai segmentando le tue campagne di remarketing per intenzioni di acquisto? Dovresti!
Perché? Perché dividere le campagne di remarketing di Facebook in tre fasi può risultare estremamente efficace. 

La chiave è dividere i segmenti di pubblico del remarketing in più fasi. Non intendiamo con questo l'operare una segmentazione basata sul comportamento del traffico, anche se è molto importante. Operiamo, piuttosto, un'ulteriore segmentazione che può aiutarti a ridurre il traffico precedente e trasformarlo in vendite. L'idea qui è di spingere il traffico verso il basso nella canalizzazione di remarketing, come faresti con altre strategie.

Ecco un esempio di ripartizione di tre livelli 

Fase 1: campagne di remarketing di sensibilizzazione
Queste sono campagne che hai impostato per indirizzare il traffico che ha visitato il tuo sito solo una o due volte e hanno ancora bisogno di elementi di vendita non impegnativi per poter conoscere meglio il tuo marchio e creare fiducia. Oppure può essere il remarketing dei visitatori passati   che ora sono "freddi".

Fase 2: campagne di remarketing calde
Il prossimo livello è caldo campagne di remarketing. Campagne che puntano a coinvolgere utenti che hanno fatto clic sul tuo sito nella fase precedente della campagna. In questa fase è possibile utilizzare promozioni (specifiche del prodotto), annunci di prodotto dinamici o testimonianze per mantenere alto ed attivo il loro interesse.

Fase 3: campagne di remarketing a caldo
Le campagne di remarketing a caldo si rivolgono a quei potenziali acquirenti che hanno visitato di recente il tuo negozio più volte e sono stati coinvolti nelle prime due fasi. Possiamo utilizzare "campagne di urgenza" con annunci di prodotti dinamici di remarketing con carrello abbandono.

 

4. Approfitta dello strumento di personalizzazione delle risorse di posizionamento per rimanere pertinente

Se desideri ottimizzare le creatività pubblicitarie all'interno della tua campagna per migliorare i CTR e le opportunità di vendita a seconda del canale, lo strumento Personalizzazione delle risorse è di grande aiuto. 

Questo strumento ti consente di utilizzare risorse diverse come video o immagini per lo stesso annuncio, a seconda del posizionamento dell'annuncio. Supponiamo che tu voglia pubblicare un annuncio - per una promozione specifica - su Instagram e Facebook. È possibile utilizzare visualizzazioni diverse per ogni piattaforma di posizionamento per lo stesso annuncio.

Grazie alla possibilità di modificare o modificare ritaglio, proporzioni, lunghezza del video, titolo o lunghezza del testo, puoi garantire che i tuoi annunci siano quindi ottimizzati per ciascun posizionamento (il che potrebbe comportare una maggiore probabilità di coinvolgimento) senza dover creare un nuovo annuncio per ciascuno.

 

5 Passa all'offerta Cap a prezzo più basso per le massime prestazioni

I set di annunci di Facebook sono impostati per impostazione predefinita al costo più basso, assicurando che Facebook sappia che si desidera ottenere il minor costo possibile per risultato. Tuttavia, se modifichi questa impostazione predefinita con l'offerta più economica, puoi garantire che il tuo budget massimo non venga superato e che i tuoi profitti non vengano compromessi mentre aumenti la distribuzione degli annunci. La chiave per usare al meglio questa tecnica è conoscere il costo target per ottimizzazione.

Come funziona l'offerta bid di Facebook.

Per esempio:

Supponiamo che tu stia pubblicando una campagna di remarketing di Facebook per una maglietta (che costa 20€) dal tuo negozio di abbigliamento online. Inoltre, stai utilizzando un obiettivo "conversione" e un costo target per conversione di 2€. Dovresti quindi impostare un limite di offerta di 10€ - quattro volte il valore del costo di acquisizione target e un budget giornaliero cinque volte superiore al limite di offerta - 50€ al giorno con l'obiettivo di ottenere 50 conversioni in una settimana.


6. Ricicla i tuoi migliori interpreti

Se hai campagne di successo che hai attivato in passato, potrebbe essere il momento per loro di fare un ritorno. Se hai un annuncio promozionale che ha funzionato in modo fantastico, puoi rieseguire la promozione o modificarla leggermente per abbinare una nuova vendita che stai eseguendo e riattivare la campagna.

 

7. Utilizzare lo strumento Test Split di Facebook


Sappiamo che la chiave per il successo delle campagne PPC sta nel test e nell'ottimizzazione. Con l'aiuto dello strumento di Split test di Facebook , puoi dividere automaticamente il test per ogni nuova campagna per garantire che il targeting, il posizionamento, la pubblicazione e le creatività del pubblico siano ottimizzati al massimo delle loro potenzialità. 

Come funziona la funzionalità di split test di Facebook?
Divide il tuo pubblico in gruppi casuali con pari opportunità d'asta e testa diversi annunci con una variabile modificata alla volta. Vince l'annuncio impostato con il miglior costo per risultato. Dopo di che riceverai una notifica con i dati, che potrai utilizzare per aiutare a formulare le strategie pubblicitarie di Facebook in futuro.

 

 

 

 

W
Redazione